Cene bruciate addio con i piani a induzione

Cene bruciate addio con i piani a induzione

Cucinare mi rilassa. Se ho trascorso una giornata particolarmente stressante e faticosa non vedo l’ora di arrivare a casa, aprire il frigo e iniziare a creare qualche gustoso piatto da proporre a mio marito e alla mia bimba. In questo modo riesco a ritrovare il sorriso e a dimenticare le preoccupazioni che fino a qualche ora prima mi attanagliavano.

Capita alcune volte che, complice la stanchezza, non riesca a regolare in modo ottimale la fiamma del fornello e per questo metto a repentaglio l’intera cena. La settimana scorsa ho bruciato tutto il sugo alle verdure e i miei tentativi di salvare il salvabile sono stati vani, era completamente da buttare. Quando succedono queste cose l’umore mi finisce sotto ai piedi, abbiamo ripiegato su una misera pasta in bianco!

Durante il trasloco nella nuova casa di tre anni fa mio marito mi propose di sostituire il piano cottura della cucina con delle piastre a induzione, molto più comode soprattutto per chi come noi ama cucinare. In un momento di spilorceria dissi no ma ora mi pento amaramente di quella scelta. Dopo l’episodio del sugo bruciato della scorsa settimana mi sono decisa: basta fornelli a gas!

I nuovi piani a induzione Miele con tecnologia TempControl fanno proprio al caso mio. La temperatura di cottura viene mantenuta sempre costante grazie a dei sensori che rilevano la temperatura sul fondo della pentola. La cottura inoltre rimane uniforme anche senza utilizzare il coperchio. Si può scegliere fra tre diverse regolazioni. Livello 1 che mantiene una temperatura di 160° C, ideale per cucinare uova, pesce e prodotti surgelati in generale. Livello 2 a 200°C perfetto per la cottura della carne e Livello 3 (220°C) per preparazioni che richiedono temperature elevate. Posso comunque modificare ogni temperatura preimpostata aumentandola o diminuendola di 20°C. C’è poi la funzione sobbollire e scaldavivande per mantenere calde le pietanze. Il piano in vetro-ceramica è nero con un’interfaccia che si chiama Smart Select che propone i comandi in giallo o in bianco.

Una particolarità che mi piace molto è la possibilità di avere anche una zona PowerFlex per creare un’unica grande piastra e per me è l’ideale considerando che ho spesso ospiti a cena e le quantità di cibo da preparare sono sempre elevate. In più su tutte le piastre a induzione TempControl è presente la funzione Con@ctivity2.0 che consente l’accensione e regolazione automatica delle cappe Miele in base alla necessità.

Dopo aver letto tutte queste caratteristiche sono ancora più convinta che sarà l’acquisto che cambierà in meglio l’esperienza culinaria per me e la mia famiglia.  Basta sughi bruciati, tra non molto cucinare sarà ancora più piacevole e rilassante.

Facebook Comments

Mamma, moglie e blogger. Mi piace viaggiare e al tempo stesso restare in casa davanti al mio laptop con una grande tazza di caffè bollente vicino. Amo tutto ciò che è rosa e sono estremamente convinta che spesso un po' di frivolezza sia necessaria per alleggerire le preoccupazioni della vita.

There are 11 comments for this article
  1. Myriam at 18:52

    Non ho mai provato i piani a induzione, mi trovo bene con il fornello “classico” semplicemente perché l’ho sempre usato. Già cambiare da quello di mia madre al mio è stato un trauma, non oso immaginare con questo che pasticci potrei fare hihi. Però sono bellissimi…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *